Tag: rugby feltre

Amarezza Feltre: sconfitto, retrocede in C

Il Rubano passa al Boscherai e condanna i granata, che giocano con poca lucidità e troppa frenesia nei momenti importanti.

Finisce nel modo più amaro possibile la partita che doveva fungere da viatico verso la permanenza in serie B per il Rugby Feltre. Serviva assolutamente una vittoria, invece la netta sconfitta casalinga con il Rubano condanna, unitamente al risultato del Bergamo, i granata alla C. Continua a leggere…

Onore al merito

Il Rugby feltre fa suo anche il derby di ritorno, giocato a Villa Montalban

Il derby di ritorno di questa fase preliminare del campionato ha confermato il valore del complesso di Andrea Barp. Continua a leggere…

Onore al merito

il Rugby feltre domina il derby

Pomeriggio grigio fumo per la nostra prima squadra, in quel di Feltre, per un derby che lasciava ben sperare alla luce della prima di campionato, vinta in casa contro gli Amatory Rugby Silea.

Tutti in campo alle 15:00 con alcune assenze fra le fila gialloblù, che potevano, forse, far cambiare il corso della partita. Continua a leggere…

Grande attesa per il derby

Liguori: «Il derby Feltre-Belluno lo vince chi sbaglierà meno»

Rugby. Domenica al Boscherai c’è Feltre-Belluno. Il coach gialloblù Liguori: «Sto vedendo una giusta mentalità»

BELLUNO. «Il derby di Feltre nasconde non poche insidie. Vincerà chi sbaglierà di meno, chi subirà meno la pressione della gara».

L’allenatore del Belluno Rugby Gigi Liguori dall’alto della sua esperienza “vede” così il match che attende (14.30 al Boscherai) la compagine gialloblù, accreditata come la grande favorita per la conquista della promozione in B.

«È stata una fortuna poter ripartire dalla base solida messa lo scorso anno. Continua a leggere…

Al Boscherai è derby!!!!

Il Rugby Feltre è pronto per il derby

Coach Barp frena gli entusiasmi dopo i 65 punti rifilati al Montebelluna, ma al Boscherai sarà grande sfida col Belluno

BELLUNO. Dieci mete e sessantacinque punti per iniziare con il piede giusto il campionato e aspettando il derby di domenica al Boscherai col Belluno.

Il Rugby Feltre all’esordio ha colto un successo esterno che nelle proporzioni trova pochi eguali nella storia recente dei granata. Mattatore dell’incontro Giorgio Perotto, reduce dal Seven di Nairobi con la nazionale italiana a sette, ma anche la mischia si è ben comportata, con Nicola Strappazzon autore di una doppietta e con l’immancabile firma di Matteo Perotto. Continua a leggere…

Rugby Serie C: i risultati delle bellunesi

_MG_0817_new
PEDAVENA. Con una prestazione inattesa e di grandi contenuti, il Feltre supera il Riviera e conquista le seconda vittoria, nel girone di promozione, mantenendo l’imbattibilità al Boscherai. Quella dei ragazzi di Vittorio Rossi è stata una vittoria meritata, costruita sulla prestazione monumentale della prima linea e della rimessa laterale. Mischia e touche sono state semplicemente impeccabili. Impossibile, poi, non evidenziare la prova maiuscola di Francesco Zannin all’apertura, autore di tre calci e un drop, oltre a una quantità di giocate importanti, sia palla in mano, sia nel gioco tattico al piede. Issatosi sul 14-0 alla fine del primo tempo, il Feltre ha gestito il ritorno del Riviera, squadra di rango, esperta, con individualità di rilievo.

E’ giunta, così, una vittoria prestigiosa per i granata, necessaria soprattutto per l’autostima e per comprendere che, con questa concentrazione e con questa forza di volontà, possono rivestire un ruolo da protagonisti e non solo da comprimari.

Si è divertito e non poco il folto pubblico che ha assistito alla gara tra Pordenone e Belluno, compagini che hanno provato a sopperire a lacune tecniche e fatali cali di concentrazione con una foga e un’abnegazione ammirevoli. Continui cambi di fronte a contrassegnare una gara condotta senza esclusione di colpi, ma sempre sul filo dell’equilibrio: come dimostra il pari finale (33 a 33), contrassegnato da un punteggio decisamente alto.

Prova di forza dell’Alpago, che mostra i muscoli, nella delicata sfida contro la terza forza del girone, il Conegliano. I ragazzi di mister Dal Pont prendono subito in mano il pallino del gioco, dominando sia a gioco fermo, sia in campo aperto grazie ad una manovra più ordinata e precisa. Sospinti da pubblico e allenatore, gli alpagoti  conquistano il bonus mete che certifica ulteriormente il primo posto solitario in vetta alla classifica.

(Dal Corriere delle Alpi di Lunedì 9 marzo 2015)

 

Foto Ubaldo Pianezzola:

http://ubixsport.blogspot.it/2015/03/080315-rugby-pordenone-vs-belluno-33-33.html

 

Vince Belluno, al Feltre l’onore delle armi – Sport – Corriere delle Alpi

Dal sito del www.corrierealpi.it – 22 DICEMBRE 2014

Il Rugby Belluno soffre, forse anche qualcosina in più di quanto aveva messo in preventivo alla vigilia, ma alla fine conquista anche il derby contro il Feltre che all’andata si era invece imposto dopo un epilogo trhilling, costringendo i gialloblu del capoluogo a incassare quella che è finora l’unica sconfitta stagionale.

Punteggio basso ieri a Villa Montalban (12- 8 per la squadra di casa) e un incontro nel complesso equilibrato.

Il primo tempo ha visto fare meglio il Belluno, che avrebbe potuto chiudere l’incontro se solo fosse stato un po’ più convinto in talune favorevoli circostanza; ma, a differenza di altre gare, il XV di Liguori non ha saputo trovare il colpo del ko, perdendosi poi via via.

Nella ripresa invece la formazione granata è riuscita a rallentare il ritmo di gara e ha cercato di trascinare il gioco verso quelle che sono le proprie prerogative tecnico-tattiche: e così si è avvicinata pericolosamente nel punteggio ai gialloblu, che per poco non hanno subito come all’andata.

Pur non brillando per spettacolarità del gioco, il derby ha visto due squadre sostanzialmente corrette, nonostante il direttore di gara non si sia dimostrato in molti casi all’altezza. Dopo una prima fase di studio, in cui si evidenzia il maggior peso degli ospiti in mischia e la maggiore organizzazione del XV allenato di Liguori, ecco che appunto il Belluno inizia a farsi spazio provando a sfruttare il suo gioco sulla trequarti. Purtroppo una “tegola” cade sulla società di Villa Montalban, che al 19’ perde per infortunio (problema al tendine, non si sa la gravità) il giovane Thomas Cantoni. Poco dopo però la partita si sblocca. Azione in velocità dei gialloblu (ieri in tenuta blu): dopo una pressione nella propria zona di mischia, Tarantola passa a Bortoluzzi che riesce con la sua fisicità ad imporsi sulla difesa ospite e a trovare quel piccolo varco decisivo per schiacciare la palla della prima meta. Ottima poi la trasformazione di Tarantola da posizione non facile per il momentaneo 7-0. Dopo il vantaggio il ritmo cresce e il Belluno fa la partita. Così, pochi minuti dopo, ecco una bella azione corale partita da Bortoluzzi che spiana la strada per l’ottimo Naggi che, dopo aver resistito da campione a tre tentativi di placcaggio, riesce a schiacciare l’ovale per la meta del 12-0. Negli ultimi minuti del tempo i granata però prendono coraggio e guadagnano metri trovando nel finale un bel calcio centrale, ma quasi da centrocampo, trasformato da Selvestrel. Prima dello scadere dei primi 40’ anche il Belluno ha una punizione, che però il giovane specialista Tarantola manca di poco. Così se ne va la prima frazione. Nella ripresa subito una punizione per i ragazzi del presidente Costa, ma ancora Tarantola per un soffio manca i pali. Pian piano prende coraggio il Feltre che, prevalendo in mischia, guadagna metri. In virtù di forze fresche avute dai cambi, gli ospiti credono in una possibile rimonta (memori di quanto accaduto all’andata); e così, dopo una pressione massiccia sulla difesa gialloblu, trovano la meta con la mischia: è Strapazzon schiacciare oltre la linea per il definitivo 8-12. La trasformazione viene infatti mancata di poco da Selvestrel.

Negli ultimi minuti è ancora il Feltre ad essere più combattivo, imponendo il proprio gioco. Ma alla fine spreca più volte la possibilità di mettere giù la meta del sorpasso. Invece, nel finale, è il Belluno, in una delle poche sortite in attacco di tutta la ripresa, a sfiorare un’altra metacon l’ottimo Naggi (sarebbe stata la seconda personale). Vittoria così senza bonus per il Belluno. Per il Feltre una sconfitta con onore.