Il sogno Serie B si allontana?

Un Belluno che gioca solo a sprazzi non riesce a venire a capo della pratica Conegliano e torna solamente col punto di bonus difensivo.

Liguori prova a ridisegnare l’ossatura del XV gialloblù, operando diversi cambi nell’asse (2, 8, 9, 10, 15) attorno a cui ruota la manovra di ogni squadra di rugby. Qualche risultato arriva ma, al tirar delle somme, il bilancio resta deficitario.

I padroni di casa partono di gran carriera e riescono a trovare varchi nella difesa ospite dentro i quali organizzare manovre lineari e profittevoli. Sicché non può stupire se, poco oltre il 20′, il Conegliano fosse avanti 17 a 0.

A questo punto, però, c’è una forte reazione d’orgoglio del Belluno che avanza il suo raggio d’azione e inizia a testare la solidità della difesa trevigiana. Difesa che accusa qualche sbavatura fino a permettere il sorpasso degli ospiti.

La bilancia sembra pendere dalla parte del Belluno che, tuttavia, perde la necessaria lucidità. Manca la capacità di usare con costanza il gioco al piede per costringere i padroni di casa a riprendere da lontano la costruzione della propria manovra.

Perché il rintanarsi nella propria metà campo, cercando sempre e solo l’azione manovrata finisce, inevitabilmente, per creare opportunità per chi attacca.

Ineluttabilmente, batti e ribatti, alla fine l’attaccante riesce a punirti.

“Dobbiamo imparare a regolare, ad adattare il nostro gioco sulla base delle contingenze che via via si determinano in campo. Non pensando – chiosa Liguori – che esistano scelte di prima e seconda serie. Le scelte migliori, infatti, sono quelle che permettono di fare punti e di vincere le partite”.

Per carità di patria, infine, non è il caso di infierire sul direttore di gara. Diremo che si è esibito al cospetto di qualche decina di testimoni. Tutti a carico.

Risultato finale:  RUGBY CONEGLIANO 27 – ASD RUGBY BELLUNO 21

MARCATORI: 8′ Simonaggio cp; 11′ e 24′ Dall’Acqua D’Industria mt Simonaggio; 28′ Sacchet D. cp; 36′ Dal Pont mt Sacchet D., 60′ Sacchet D. cp; 65′ Saviane mnt; 70′ Kikabidze mt De Zanet; 75′ De Zanet cp; 78′ Sacchet D. cp.

CONEGLIANO: Venier, Coran, Padovan, Rosario, Rasera, Simonaggio (60′ De Zanet), Dall’Acqua D’Industria, Pedron, Cerna, Giordano, D’Este, Kikabidze, Carpenè, Corbanese, Francescon. A disposizione: De Zolt, Santarossa, Bazzo, Tronchin, Bos G., Bos R.

ASD RUGBY BELLUNO: Sacchet F., Sparano, De Polo, Sacchet D., Longo, Fantuz 60′ Tomasella), Vedana (70′ Capraro), Dal Pont (50′ Bortoluzzi), Monestier, Bernardi, Bianchet, Saviane, Sommacal, Pellin (65′ Barnabò), Zampieri.

ARBITRO: Walter Agostini di Venezia.

NOTE: ‘rosso’ a Zampieri per turpiloquio; ‘giallo’ a Saviane per gioco scorretto.

 

 

Articolo di Silvano Cavallet per il Gazzettino