A Pordenone un’occasione sprecata.

Parte in salita la marcia del Belluno Rugby nella poule promozione.

A Pordenone, il XV gialloblù trova un avversario di buona levatura ma, anche, condizioni climatiche almeno anomale.

Certo, questo vale per entrambi i contendenti, ma chi si è potuto allenare con temperature decisamente primaverili ha finito col trovarsi meglio dell’avversario. “Tutto vero – commenta il tecnico gialloblù, Luigi Liguori – ma bisogna convincersi che, quando si costruisce molto, è necessario tradurre il gioco espresso in punti.

Anche nel rugby, infatti, contano i numeri”. Valutazioni che è difficile non condividere, quelle di Liguori. Il Belluno si è espresso su buoni livelli sia nelle fasi di conquista dell’ovale, tenendo testa alla mischia dei padroni di casa, sia nell’avvio delle manovre d’attacco.

Ciò che, invece, è mancato è la lucidità al momento di operare le scelte decisive. Tenere la palla e impostare una ruck o esplorare al largo il fronte d’attacco, sono scelte che, operate con logica e attenzione, quasi sempre finiscono col fare la differenza.

Come conferma il punteggio finale, la partita è stata caratterizzata da un sostanziale equilibrio.

Gli allunghi dei locali, infatti, hanno sempre trovato la pronta risposta dei gialloblù.

L’avvio aveva premiato il Pordenone, capace di andare a segno dopo appena cinque minuti con Flora, lesto a incunearsi nella difesa ospite.

Il Belluno ha impiegato un po’ di tempo per regolare il proprio gioco, ma è arrivato in meta con Nicola Bernardi prima della mezzora.

Ancora due segnature, prima del riposo, grazie a Giuriato e Tomasella. La differenza matura nella ripresa. I locali trovano la terza meta, ancora con Giuriato, mentre il gran lavoro degli ospiti si concreta solamente in un penalty, messo tra i pali da Damiano Sacchet.

Adesso c’è una nuova sosta che, in casa gialloblù, si userà per fare un esame. Si tornerà a giocare il 3 marzo, quando è prevista la trasferta a Conegliano.

Risultato finale: RUGBY PORDENONE 19 – ASD RUGBY BELLUNO 15

MARCATORI: 5′ Flora mt Nocente; 25′ Bernardi N. mnt; 30′ Giuriato mt Nocente; 35′ Tomasella mt Sacchet D.; 50′ Giuriato mnt; 72′ Sacchet D. cp.

PORDENONE: Nocente, Giuriato, Orsaria, Biagianti, De Ziller, Flora, Turchet, Alberti, Fiorentino, Simonato, Rossi, Pinni, Gava, Pessa, Bigai. A disposizione: Sartor, Pivesso, De Forti, De Clara, Puppo, Tonello, Sordini.

RUGBY BELLUNO: Sparano (60′ Fantuz), Longo, De Polo, Sacchet D., Bernardi N. (30′ Tomasella), Sacchet F., Vedana (60′ Capraro), Bortoluzzi, Bernardi M., Dal Pont (55′ Saviane), Bianchet (75′ Barnabò), Casol, Sommacal (45′ Monestier A.), Pellin, Zampieri.

ARBITRO: Francesco Russo.