Lottando per il Girone Promozione…

Obiettivo centrato. Belluno vince largo a Pieve di Soligo e, per il contemporaneo successo del Feltre a Bassano, si issa solitario al terzo posto della classifica.

Con Zanon in panchina (alle prese con malanni di stagione, Liguori non è sceso nella ‘Marca’), i gialloblù impiegano una ventina di minuti per mettere a regime il proprio gioco, poi l’interesse per la partita si concentra solo sul prevedibile numero delle mete ospiti e sulla consistenza del risultato finale a loro favore.

Troppo marcata, infatti, appare la superiorità del Belluno, bravo e attento sia nelle fasi di conquista dell’ovale, sia nel costruire manovre ariose ed efficaci con la propria linea veloce. In avvio, il XV ospite si presenta con qualche variazione di ruolo, soprattutto nella linea arretrata. Cambi che, peraltro, non hanno modificato la fluidità della manovra, evidentemente orami mandata a memoria.

Tutti i gialloblù (anche quelli entrati dalla panchina: Zanon ha utilizzato tutti i giocatori a disposizione), infatti, hanno risposto alle attese dei tecnici.

Come detto, il tabellino si muove poco oltre il 20′, quando Longo inizia la sua personale sfida al Piave, segnando la prima delle sue mete; che, alla fine, saranno ben sei!

C’è un soprassalto d’orgoglio da parte dei padroni di casa che, dopo soli quattro minuti, rimettono in parità la gara sugli sviluppi di un’azione del proprio pacchetto di mischia.

Di qui in avanti, non c’è più storia; il dilatarsi del vantaggio, poi, permette al tecnico gialloblù sia di far fare esperienza a diversi giovani, sia di far ritrovare lo spirito dell’agonismo ad altri che, in questo primo scorcio di stagione, hanno giocato meno. Interessante, nella prospettiva giovani, la prova di Capraro, sistemato – per tutta la ripresa – alla guida del pacchetto di mischia.

Adesso il campionato osserverà l’abituale pausa per le Festività. La ripresa è prevista per il 13 gennaio e la sfida di cartello vedrà ancora protagonista Feltre che ospiterà il Castellana.

Per il Belluno, invece, il calendario proporrà la trasferta a Monselice. Impegno da non sottovalutare,ma questo Belluno sembra aver trovato il giusto equilibrio.

Risultato finale: PIAVE RUGBY 5 – BELLUNO RUGBY 63

MARCATORI: 22′ Longo mnt; 26′ mischia Piave mnt; 34′ Longo mnt; 36′ Sparano mnt; 40′ Bernardi N. mnt; 41′ Longo mt Sparano; 44′ Longo mnt; 50′ Bortoluzzi mnt; 56′ Sommacal mt Sparano; 65′ Longo mnt; 70′ De Polo mt Sparano; 80′ Longo mt Sparano.

PIAVE: Naibo, Sardelli, Milanese, Magro, Baraziol, Moscardi, Zilli, Dall’Oglio (48′ Scaviolo), Sartor, Miserini S., Miserini I., Zandò, Mazzer, Biscaro, Moschetta (10′ De Valier).

ASD RUGBY BELLUNO: Bernardi N. (56′ Reolon), Sparano, De Polo, Sacchet D. (30′ Tomasella), Longo, Sacchet F., Vedana (41′ Capraro), Bortoluzzi, Bernardi M., Bianchet (30′ Mattia), Brancher (34′ Saviane), Ruggeri, Sommacal, De Cesero (41′ Reveane), Zampieri (23′ Monestier S.).

ARBITRO: Alessandro Strullato (Pd).

NOTE: ‘giallo’ a Baraziol per gioco scorretto. Terreno insidioso: molle in superficie e molto duro appena sotto.

 

Nella foto Simone Monestier nel nuovo ruolo di tallonatore, lancia in touche.

Articolo di Silvano Cavallet per il Gazzettino