In Serie C si fa dura

Belluno si impantana contro la capoclasse.

Il rugby, come ripetono tecnici e cultori vari, è sport semplice. Che richiede – per poter vincere le gare – l’osservanza di alcune regole di base. Su tutte, la disciplina sul terreno di gioco, in modo da non fornire all’avversario ghiotte occasioni di segnare punti; e una difesa attenta e senza sbavature. Che tradotto, significa placcare, placcare e ancora placcare.

Due atteggiamenti che, a Castelfranco, i giocatori gialloblù hanno proposto con molta, troppa parsimonia. Concedere una quindicina di calci di punizione nelle ruck, ad esempio, significa consentire all’avversario tutta una serie di opportunità sia di guadagnare campo, sia di decidere le regole del successivo ingaggio.

Con tutto questo, l’avvio della sfida aveva proposto due squadre abbastanza attente nella gestione degli spazi e impegnate a studiare le mosse avversarie. Dopo una decina di minuti, a rompere l’equilibrio erano i Castellani, con la meta di Faganello trasformata da Rampado.

La reazione del Belluno si concretava al 25′, quando De Polo chiudeva in meta una manovra di buona fattura. Precisa la trasformazione di Damiano Sacchet. Di qui in avanti, mentre cresce la pressione dei locali, il Belluno perde lucidità.

Prima del riposo arriva una nuova segnatura di Faganello (un tallonatore!) e un calcio piazzato di Rampado.

La ripresa, poi, vede salire in cattedra i padroni di casa che concedono pochissimo spazio ai gialloblù.

I numero, d’altra parte, lo attestano: altre due mete per i locali (che, così, guadagnano anche il ‘bonus’) e solo un penalty per il Belluno, per il 27 a 10 finale.

Che ci sia da lavorare, e molto sodo, in casa gialloblù è del tutto evidente. Un aiuto potrebbe arrivare dalla pausa che il campionato osserverà domenica prossima. Soprattutto, andrà mutato radicalmente l’approccio e la gestione della gara.

Anche perché, alla ripresa del torneo, a Villa Montalban salirà il Bassano per quella che rischia di diventare una sfida decisiva per l’accesso alla poule promozione.

 

Risultato finale: RUGBY CASTELLANA 27 – ASD RUGBY BELLUNO 10

MARCATORI: 12′ Faganello mt Rampado; 25′ De Polo mt Sacchet D.; 31′ Faganello mnt; 39′ Rampado cp; 45′ Sacchet D. cp; 53′ Pandocchi mnt; 65′ Gasparini mt Rampado.

CASTELLANA: Rampado, Pandocchi, Gasparini, Pellizzari, Puxeddu, Conte, Milan, Bulla, Ciatto, Babolin, Cavinato, Stocco, Gazzola, Faganello, Simionato.

ASD RUGBY BELLUNO: Sparano, Bernardi N. (65′ Tomasella), De Polo, Bortoluzzi, Sacchet D., Sacchet F., Vedana, Dal Pont, Mattia (65′ Ruggeri), Monestier S., Casol (50′ Brancher), Bernardi M., Monestier A., (53′ Sommacal), Pellin (53′ Barnabò), Zampieri.

ARBITRO: Andrea Parolin (Tv).

NOTE: ‘giallo’ a Nicola Bernardi per gioco scorretto. Terreno in buone condizioni.

 

Articolo di Silvano Cavallet per il Gazzettino