TondOvale 2018, si impongono i Vida Loca e gli Orsetti

Archiviato uno splendido weekend di sport, svoltosi ai campi di Villa Montalban, con il torneo di Rugby Touch e quello di Green Volley, valido come tappa iniziale della Re/Max Summer Volley Cup 2018.

Una conferma, Gli Orsetti del cuore, una novità, i Vida Loca. Questi i verdetti emessi al termine di una giornata vissuta, a Villa Montalban, all’insegna del divertimento e dello sport. Quello sano che privilegia il rispetto delle regole e degli arbitri.

Partito, diversi anni fa, tutto sommato in sordina, ‘Tondo&Ovale’ è via via cresciuto. Finendo col ritagliarsi uno spazio importante nel panorama degli appuntamenti estivi di volley e rugby.

Il torneo di volley rappresenta la tappa iniziale della ‘Re/Max Summer Volley Cup‘, circuito che prevede otto appuntamenti e chi si concluderà, a Salce, il 25 e 26 agosto.

Ai nastri di partenza di Tondo&Ovale 2018 si sono presentate 31 squadre del volley e otto del rugby, quest’ultimo declinato nella forma touch, cioè senza il contatto fisico. E per entrambe le discipline, obbligo di avere in formazione anche donne.

Dati i numeri, il torneo di pallavolo prevedeva una prima fase a gironi, organizzata in modo che ciascuna squadra disputasse dodici sfide. Al termine delle quali è stata stilata una classifica che è servita da base per la preparazione del tabellone con il classico abbinamento prima/ultima, seconda/penultima, ecc.

Gli Orsetti del Cuore

Tabellone che prevedeva sedicesimi, ottavi, quarti, semifinali e finali. Alla fase finale sono arrivate (la fantasia nella scelta dei nomi è infinita!) Orsetti del cuore (campioni uscenti), Basu, Anouanauei e Un limone non si nega a nessuno. Squadre che, poi, sono finite esattamente in quest’ordine.

Premi anche per i migliori atleti della finale; premi andati a Carlotta De Barba (Basu) e Alex Paganin (Orsetti).

Per il rugby, invece, ogni formazione è stata chiamata a incontrare le altre sette. Per il clima, decisamente estivo, e per la velocità del gioco (che non prevede, quasi, pause) grande è stato il dispendio di energie cui sono stati sottoposti i giocatori.

Com’era successo nelle passate edizioni, in lizza anche giocatori e persino un’intera squadra (i trevigiani Magna Radici) provenienti da altre province.

La classifica finale ha visto il successo dei Vida Loca (terzi, lo scorso anno) sui Magna Radici (espressione della palla ovale giovanile di marca Benetton). Al terzo posto i Bitos, al quarto i WhereWolfKoala. Appaiati al quinto, poi, Fanta Chiosco, Ignoti, Happy Milf e Penny Squad.

Entrambi dei Magna Radici i migliori giocatori: la bellunese Veronica Bernardi, ennesima espressione di una famiglia ‘rugbistica’ e Federico ‘Lolli’ Geronazzo.

“L’impegno necessario è grande – commenta Michele Sacchet, uno degli organizzatori – ma poi il risultato ci ripaga. E con gli interessi”.

 

Articolo di Silvano Cavallet, per il Gazzettino