Il derby del Gazzettino

Esce il granata sulla ruota del Boscherai e sarà il XV feltrino a contendere al Venjulia Trieste la promozione in serie B.

Era una gara molto sentita, quella di ieri, dato che ai tradizionali umori del derby si aggiungevano, come detto, le particolari motivazioni connesse con l’ultimo scorcio di stagione e la volata promozione.

In avvio, Gerardi chiede ai suoi di limitare le manovre di aggiramento e di cercare di esplorare le vie interne. Questo per provare a togliere respiro alla difesa gialloblù che si prevedeva asfissiante.

Per parte sua, Liguori aveva scelto di dare maggior peso proprio al pacchetto, con il dichiarato intento di mettere la massima pressione sulla mischia granata. Obiettivo centrato ma solo in parte. Perché la spinta gialloblù, pur lavorando un gran numero di palloni, non è mai riuscita a sfaldare l’organizzazione dei padroni di casa.

Con queste premesse, il gioco rimane equilibrato perché le difese sovrastano gli attacchi. Bisogna aspettare la mezzora, infatti, per registrare la prima variazione sul tabellino, grazie a Damiano Sacchet che mette tra i pali un penalty concesso per fuori gioco dei granata. Feltre, tuttavia, non accusa il colpo e sei minuti più tardi opera il sorpasso.

Calcio indiretto per spinta anticipata della mischia gialloblù e Cambruzzi è lesto a schiacciare. Comoda la trasformazione di Boschet. Il gioco diventa più confuso ma è il Belluno a trovare il varco giusto con Longo che evita la difesa, e schiaccia all’angolo.

La ripresa vede un Feltre più determinato, bravo e pronto a cogliere ogni opportunità.

Dopo un paio di minuti, infatti, Zatta plana in meta, imitato al 50′ da De Marco che sfrutta al meglio anche la superiorità derivante dal ‘giallo’ comminato a Bernardi.

Nonostante la doppia segnatura, Belluno riprende a tessere la sua tela e al 53 si costruisce una ghiotta occasione ma De Polo non scarica su Longo e finisce col farsi punire per un ‘tenuto’.

Si rifà al 60′ quando crea un varco profondo per l’inserimento di Fantuz che schiaccia e trasforma.

Gara riaperta? No, perché gli ospiti si complicano la vita, prima volendo ripartire alla mano dai propri 22 e rimediando la segnatura di De Boni, poi, facendosi intercettare un pallone in attacco che De Marco trasforma in punti sonanti.

RISULTATO FINALE: FELTRE 33 – ASD RUGBY BELLUNO 15

MARCATORI: 19′ Sacchet D. cp; 25′ Cambruzzi mt Boschet; 40′ Longo mnt; 42′ Zatta mt Boschet; 50′ De Marco mnt; 60′ Fantuz mt stesso; 64′ De Boni mt Boschet; 80′ De Marco mt Boschet.

FELTRE: De Boni, Righes (15′ De Marco), Dall’Omo (28′ Menin), Perotto G., Boschet, Corso, Sommariva, Bertelle (79′ Stefani), Perotto E., Zatta (72′ Perotto M.), Bortolot (42′ Giuggioli), Cambruzzi, Bordin, Strappazzon (71′ Busetto).

ASD RUGBY BELLUNO: Fantuz, Bortoluzzi, De Polo, Sacchet D. (42′ Sparano), Longo (72′ Salce), Sacchet F., Vedana, Dal Pont (41′ Mattia), Bernardi, Monestier S., Bianchet, Casol (62′ Brancher), Monestier A. (71′ Otarola); Pellin, Zampieri (62′ Sommacal). Allenatore: Gigi Liguori

ARBITRO: Filippo Vinci di Rovigo.

NOTE: ‘giallo’ a Bernardi e a Strappazzon per gioco scorretto. Usciti per infortunio Righes, Dall’Omo e Federico Sacchet. Terreno in buone condizioni, spettatori 300 circa.

 

(Articolo di Silvano Cavallet per il Gazzettino)

Foto Corriere delle Alpi