Liguori esulta: «Siamo stati bravi!»

Il tecnico gialloblù: «Li abbiamo costretti a fare il nostro gioco».

C’è grande soddisfazione nello spogliatoio del Belluno. Aver riagguantato il risultato nel finale non è stato assolutamente facile e aver subito la meta del vantaggio feltrino a due minuti dalla fine lasciava supporre che poteva esserci un’altra sconfitta nel derby.

Invece così non è stato e alla fine il XV di casa è andato a ricevere l’applauso dei propri tifosi, come ha fatto anche il Feltre.

Il primo ad essere soddisfatto è il tecnico gialloblù Gigi Liguori: «Siamo stati bravi perché avevamo il compito di non allargare il gioco e devo dire che Federico Sacchet sta imparando molto bene a comandare ed impartire ciò che facciamo durante l’allenamento. Con tutte le aperture che abbiamo provato, si è dimostrato intelligente e quando ha attaccato si è espresso con la pressione giusta».

Liguori entra nel merito dell’episodio dell’ultima meta arrivata nelle battute finali: «Noi abbiamo costretto il Feltre a calciare la palla in parità numerica e noi siamo stati bravi ad intercettarla ed a stopparla mettendo pressione all’avversario. Devo dire che sulla spinta della mischia dobbiamo controllare meglio il gioco. È stata una partita molto dura ed è normale che ci sia qualche errore».

Liguori guardando al futuro aggiunge: «La missione impossibile è andare a Villadose e Trieste e vincere. La partita più dura sarà a Trieste dove c’è un campo piccolo ed inoltre loro sono molto aggressivi. Il Villadose sta cercando dei rinforzi perché ha paura e su questo noi dobbiamo giocare e andare lì ad attaccarli».

(Articolo di Luca Maciga per il Corriere delle Alpi)

(Foto Corriere delle Alpi)