La poule promozione inizia con una vittoria!

A Pordenone i nostri atleti sfoderano una prestazione superlativa, che fa ben sperare per il proseguo del campionato.

Gara tirata e incerta, si prevedeva alla vigilia. E gara tirata e incerta è stata. Con, sopramercato, una buona dose di nervosismo che ha indotto il direttore di gara a sventolare molti cartellini.

Di fronte c’erano le due vincitrici dei rispettivi gironi della prima fase e, anche pensando alla brevità di questa, decisiva fase del campionato, entrambe puntavano a non perdere.

Ne è uscita, come detto, una sfida magari non ineccepibile sotto il profilo del gioco proposto ma certamente molto intensa. Partono meglio i gialloblù, che sorprendono i padroni di casa, non velocissimi nel tarare il gioco del proprio pacchetto.

Così, prima c’è il penalty di Damiano Sacchet, poi la prima meta (alla fine, l’ala bellunese andrà altre due volte a referto) di Longo.

Registrati i meccanismi della mischia, però, Pordenone reagisce e, prima, riduce lo svantaggio, poi, passa in vantaggio, senza tuttavia scavare un ampio solco. Anzi, prima del riposo, è ancora il Belluno a salire in cattedra grazie a un preciso Damiano Sacchet e a Monestier che finalizza in meta un’azione corale dei gialloblù.

La ripresa si apre con un batti e ribatti. Prima è Longo a eludere la difesa dei padroni di casa, poi è la mischia del Pordenone che costringe alla resa il pack gialloblù. Le due squadre, però, hanno speso molto e il ritmo, fatalmente, ne risente.

Ma verso metà ripresa, alla prima opportunità, il Belluno piazza quello che diventerà il colpo decisivo. La mischia bellunese conquista un ottimo pallone e la mediana innesca Mattia che taglia tutto il campo, vanamente inseguito dalla difesa dei padroni di casa locali. Arrivato alla linea dei 22, Mattia ha il fiato corto ma anche la lucidità di scaricare su Longo che arrivava a sostegno. Comodo per l’ala filare oltre la linea e mettere un punto fermo alla gara.

Pordenone, infatti, accusa il colpo; la sua manovra diventa via via meno efficace, anche se, proprio in chiusura, trova le energie per segnare la meta che vale il bonus di due punti in classifica.

Una classifica che vede in testa, con il temibile Venjulia, Belluno e Feltre, passato come un rullo compressore sul Conegliano.

E domenica, a Villa Montalban, andrà in scena il terzo derby stagionale!

Risultato finale: RUGBY PORDENONE 24 – ASD RUGBY BELLUNO 28

MARCATORI: 5′ Sacchet D. cp; 13′ Longo mnt; 25′ Nocente mnt; 31′ mischia Pordenone mt Nocente; 36′ Sacchet D. cp; 40′ Monestier mnt; 41′ Longo mt Sacchet D., 47′ mischia Pordenone mt Nocente; 58′ Longo mnt; 81′ mischia Pordenone mnt.

PORDENONE: Bravin, Giuriato, Orsaria, Biagianti, Sordini, Nocente, Bressan, Alberti, Fiorentino, Tommasini, Rossi, Simonato, Pivesso (8′ Zaninotto), Pessa, Gava.

BELLUNO: Cuzzuol, Cantoni, De Polo Alb. Sacchet D., Longo, Sacchet F., Vedana, Bianchet (75′ Reduce), Monestier (57′ Mattia), Bernardi, Casol, De Polo Ale. (41′ Brancher), Sommacal, Pellin (41′ Barnabò), Zampieri.

NOTE: ‘giallo’ a Sommacal, Pessa, Biagianti, Casol, Brancher per gioco scorretto. ‘Rosso’ a Gava per sgambetto volontario.

ARBITRO: Lorenzo Bruno di Udine.

 

(Articolo di Silvano Cavallet per il Gazzettino)

 

Guarda i risultati dell’ultima giornata e la classifica della Poule Promozione