A Feltre non si passa

Onore al merito per i granata, che continuano la loro corsa verso la promozione in Serie B

Feltre. (sc) Non c’è cabala che tenga! Il diciassettesimo impegno di campionato, giocato domenica 17, si trasforma nella diciassettesima vittoria consecutiva.

Feltre conferma tutto quello di buono che s’è detto e scritto negli ultimi mesi. Un XV ben organizzato, senza particolari punti deboli, attento e presente in ogni zona del campo; e diretto con gran sapienza tecnica e tattica da Sartor.

Certo, la palla ovale non prevede che un fenomeno trasformi una squadra mediocre in una macchina inarrestabile. Ma, se su un buon telaio s’inserisce un metronomo di grande precisione, allora il gioco è fatto. Il tempo di guardare la sistemazione in campo e il Belluno passa.

Per un fuorigioco dei padroni di casa, Naggi va sulla piazzola e centra i pali. I granata, tuttavia, non si scompongono e prendono a sviluppare le loro manovre.

Superiori in mischia e nelle rimesse laterali (gli ospiti riusciranno a rendere meno squilibrate le touche solo a ripresa inoltrata), i padroni di casa premono sulla difesa gialloblù. Che, però, non cede e costringe Feltre agli straordinari.

La prima svolta al 15. Feltre gioca con grande rapidità un calcio indiretto e Maccagnan elude la difesa e schiaccia in meta. A Sartor, un po’ meno preciso del solito nei calci dalla piazzola, non riesce la trasformazione.

C’è una discreta reazione del Belluno che, peraltro, incappa in qualche disattenzione di troppo. Poco oltre la mezzora, l’arbitro punisce Alessandro De Polo per ripetuti falli del Belluno in mischia. Comoda la posizione e Sartor realizza per l’8 a 3.

La ripresa permette di apprezzare un Belluno più reattivo anche se il gioco più lineare ed efficace resta quello dei granata. Che Sartor comanda alternando calci di spostamento, giocate alla mano e precisi calci-passaggio. Ma bisogna attendere una ventina di minuti prima di assistere al colpo finale dei Feltrini.

Sugli sviluppi di una rimessa laterale, il pack granata prende sul tempo la difesa ospite e al sua progressione si arresta solo in area di meta. La trasformazione esce di lato ma Sartor si rifà a fil di fischio finale. Quando centra i pali con un penalty da posizione centrale.

Successo meritato, quello del Feltre. Che può preparare con la giusta carica agonistica la volata finale.

RISULTATO FINALE: FELTRE 16 – BELLUNO 3

MARCATORI: 2′ Naggi cp; 15′ Maccagnan mnt; 22′ Sartor cp; 59′ mischia Feltre mnt; 78′ Sartor cp.

FELTRE: De Boni, Dautaj, Zannin, Dall’Omo, Maccagnan, Sartor, Sommariva, Bortolot, Bertelle, Stefani, Strappazzon, Bellumat, Bordin, Zancanaro, Perotto M.

BELLUNO: D’Incà, Vedana (65′ Reolon), Gatti (70′ Sacchet), De Polo Alb., Naggi, Cantoni, Michelon (60′ Serafini), Bortoluzzi, Casali (65′ Pielli), De Polo Ale. (68′ Galliano), Casol, Saviane, (Sommacal), Pellin (60′ Panepinto), Zampieri.

ARBITRO: Matteo Franco di Udine.

NOTE: ‘giallo a De Polo Alessandro, Casali e Dautaj per gioco scorretto. Terreno in discrete condizioni. Spettatori 110 circa.

(Articolo di Silvano Cavalet per il Gazzettino)
Foto Carlotta Sacchet ©