A Monigo arbitra Nigel Owens

2 Gennaio 2016 at 12:46

Dopo la sconfitta dell’andata, continua la crisi di treviso, che non vince una partita da quasi un anno

Domani, domenica 3 gennaio 2016 alle ore 14.30, si affronteranno a Monigo (e in diretta su Rai Sport) nel secondo “derby celtico” di ritorno il Benetton Rugby e le Zebre.

Dalla parte trevigiana coach Casellato deve fare i conti con l’infortunio di Gori, che si aggiunge alla lunga lista degli indisponibili per una frattura alla parete orbitale, e manderà in campo Sgarbi e Bacchin come centri, mentre Iannone sarà all’ala e Smylie numero nove.

Anche per Guidi (Zebre) cambiamenti nella linea veloce, con Beyers che parte 13 e Palazzani ad estremo.

Zanni, dopo la sconfitta subita a S. Stefano aveva dichiarato: “Nel primo tempo abbiamo commesso troppi errori e pagato la nostra indisciplina, permettendo alle Zebre di andare rapidamente oltre il break.  Nella ripresa siamo stati efficaci e pericolosi, abbiamo recuperato l’inerzia della mischia, ma non siamo riusciti a tenerli sotto pressione dopo essere andati in vantaggio. Purtroppo a questo livello certi errori si pagano, dobbiamo imparare la lezione in vista del ritorno”.

Biagi, capitano delle Zebre (col suo cartellino giallo aveva lasciato i suoi in 13, con Lovotti altro espulso temporaneamente), aveva ribadito: “Nel primo tempo avremmo dovuto raccogliere di più per quanto costruito, ma siamo felici per la partita giocata per lunghi tratti e per aver fatto vedere per buoni tratti la squadra che vogliamo essere. Nel secondo tempo abbiamo sofferto molto in mischia, è qualcosa di cui dovremo fare tesoro in vista della prossima settimana”.

Attualmente in classifica le Zebre sono a 13 punti, mentre il Benetton Treviso è fermo a 7.

L’incontro sarà diretto da Nigel Owens.

Benetton: Luke McLean, Andrea Pratichetti, Enrico Bacchin, Alberto Sgarbi, Tommaso Iannone, Jayden Hayward, Chris Smylie, Alessandro Zanni (c), Francesco Minto, Marco Barbini, Tom Palmer, Marco Fuser, Rupert Harden, Ornel Gega, Matteo Zanusso.
A disposizione: Davide Giazzon, Alberto De Marchi, Salesi Manu, Teofilo Paulo, Robert Barbieri, Abraham Steyn, Alberto Lucchese, Samuel Christie.

Zebre: Guglielmo Palazzani, Dion Berryman, Ulrich Beyers, Gonzalo Garcia, Kayle Van Zyl, Carlo Canna, Luke Burgess, Andries Van Schalkwyk, Johan Meyer, Jacopo Sarto, George Biagi (cap), Marco Bortolami, Dario Chistolini, Tommaso D’Apice, Andrea Lovotti
A disposizioneOliviero Fabiani, Andrea De Marchi, Guillermo Roan, Valerio Bernabò, Jean Cook, Giulio Toniolatti, Matteo Pratichetti, Edoardo Padovani