Grandi Zebre in Challenge Cup

22 Novembre 2015 at 10:25

La stampa inglese “Le zebre finalmente fanno vedere le loro strisce”

I Worcester Warriors subiscono la prima sconfitta in assoluto, contro la squadra italiana, rimanendo scioccati dall’ottimo gioco delle Zebre, dimostrato a Parma nel turno di Challenge Cup.

I Warriors non sono mai riusciti a recuperare le due mete subite nei primi 14 minuti di gioco, e una grande giornata di Carlo Canna (con una trasformazione, quattro calci di punizione e un drop per un bottino totale di 17 punti) ha fatto il resto.

Le mete delle Zebre arrivano dal mediano di mischia Marcello Violi e dal centro Thomas Boni.

Worcester ha provato una reazione tardiva con la meta di Dean Hammond, dopo il calcio segnato da Ryan Lamb. Lamb ha mancato la trasformazione, ma in quel momento Worcester stava già pagando per non aver reagito, subendolo, al gioco della squadra italiana.

Le Zebre, che in precedenza non avevano mai battuto una squadra inglese in Europa e si ricordavano solo delle due vittorie precedenti in competizioni europee – entrambe contro la squadra francese del Brive – hanno finalmente “fatto vedere le loro strisce”, così come riportato dalla stampa specialistica inglese.

Dopo aver aperto con una vittoria per 19 a 3 in casa contro La Rochelle, i Warriors hanno fatto ben sette cambi nella formazione, cercando la seconda vittoria nel gruppo che, se fosse arrivata col bonus, avrebbe permesso alla squadra di risalire la classifica della Pool 4.

Ma sono stati battuti dal gioco spumeggiante dei “zebrati”, andando sotto di 18 punti in soli 20 minuti, con una prestazione di Parma innescata da Andrea Manici che ha servito Violi, per la meta arrivata già nei primi 60 secondi.

La trasformazione di Canna e il giallo al flanker Sam Betty hanno fatto il resto. Dopo aver mancato la trasformazione della meta di Boni, Canna ha trovato un drop prima della meta di Lamb e il successivo calcio a favore delle Zebre ha portato il punteggio del primo tempo sul 21-3 e il resto della partita una facile discesa per le Zebre e per i loro tifosi, che si sono così potuti godere il risultato fino alla fine del match, senza particolari patemi.

Carl Hogg, allenatore dei Warriors, ha detto alla stampa:

“Siamo migliorati nel secondo tempo e questo è una consolazione, ma la partita è stata persa in quei primi 40 minuti.

C’erano un sacco di giovani giocatori in campo e noi ora dobbiamo rientrare e riflettere su ciò che non siamo riusciti a far bene nel primo tempo.

Sappiamo che dobbiamo andare in campi come Parma, combattendo con squadre dalle quali dobbiamo ottenere le basi per il nostro gioco, che io ritengo buono.

Avevo sempre pensato che la squadra avrebbe dovuto affrontare testa a testa il Gloucester, per la classifica di coppa, ma ora sembra che quella partita sia fondamentale per risalire nel punteggio.”

Formazione Zebre:
Palazzani; Berryman, Bisegni, Boni, L Sarto; Canna, Violi; Lovotti, Manici, Chistolini, Geldenhuys, Biagi (capt), J Sarto, Meyer, van Schalkwyk.

Sostituzioni:
Ceccarelli per Chistolini (50), Bernabo per Geldenhuys (51), Derbyshire per van Schalkwyk (61), Burgess per Violi (62), De Marchi per Lovotti (68), Fabiani per Manici (68), Padovani per Canna ( 69

Non utilizzato:
Van Zyl.

Formazione Worcester Warriors:
Howard; Humphreys, Stelling, Grove, Hammond; Lamb, Bruzulier (capt); Bower, Bregvadze, Milasinovich, Sanderson, O’Shea, Kirwan, Betty, Mama.

Sostituzioni:
Rees per Milasinovich (47), Biggs per Humphries (62), Mulchrone per Bruzulier (64), Sowrey per Bregvadze (65), Appiah per Bower (67).

Non utilizzati:
Barry, Cox, Mills.

Cartellino giallo (Sin bin):
Betty.

Spettatori:
2.000 circa

Arbitro:
Tual Trainini (Francia)
Zebre (21) 27
Mete: Violi, Boni
Trasformazione: Canna
Calci: Canna 4
Drop: Canna

Worcester Warriors (3) 8
Mete: Hammond
Calci: Lamb