Onore al merito

il Rugby feltre domina il derby

Pomeriggio grigio fumo per la nostra prima squadra, in quel di Feltre, per un derby che lasciava ben sperare alla luce della prima di campionato, vinta in casa contro gli Amatory Rugby Silea.

Tutti in campo alle 15:00 con alcune assenze fra le fila gialloblù, che potevano, forse, far cambiare il corso della partita.

Al 5′ subito un calcio di punizione per il Rugby Feltre, che finisce però sul palo. Si riparte sullo 0 a 0.

Dopo i primi minuti un po’ contratti, la nostra formazione si allarga e ottiene un calcio a favore; coach Liguori manda in piazzola Naggi che mette la palla storta, fuori dai pali.

Il gioco dei granata è sempre più acceso e solo grazie a una bella uscita alla mano dalla zona difensiva permette al Belluno di mandare in fuga Sacchet, che esegue un calcio a seguire ma, nettamente ostacolato dall’ultimo difensore, ottiene solo una mischia sui 5 metri dalla linea di meta feltrina.

Il Belluno, alla ricerca della meta, ottiene ben quattro calci di punizione consecutivi, sempre nei 5 metri difensivi del Feltre. Si va costantemente in touche, senza risultato alcuno. Al quarto tentativo il Belluno decide di andare per pali, ma la realizzazione del numero 11, Riccardo Boschet, risente forse dell’emozione e il calcio è da dimenticare. Ampiamente a lato dei pali.

Al 27′ il Feltre si riversa nei 22 metri dei gialloblù e ottiene una touche, a seguito della quale riesce a concretizzare in meta con una moul che penetra la difesa bellunese per il 5 a 0 parziale. Il calcio di trasformazione esce sulla destra dei pali e il tempo va a finire senza ulteriori cambiamenti coi granata in vantaggio, seppur minimo.

Il secondo tempo inizia fin da subito col dominio territoriale del Rugby Feltre che riesce ad ottenere un calcio a favore, grazie a un fallo di Vedana, punito col cartellino giallo.

Anche questo calcio esce, segnando quello che sarà un pomeriggio sterile per i calciatori di entrambe le compagini, che finiranno a zero sul cartellino delle realizzazioni dalla piazzola.

La superiorità feltrina si concretizza in un gioco concreto e ficcante che mette costantemente in difficoltà la nostra difesa. Così, al 6′ arriva la seconda meta del Feltre (segna Giorgio Perotto), non trasformata.

Rientra Vedana, ma il Belluno non riesce a trovare il bandolo della matassa, con la mischia sempre sovrastata da quella avversaria che riesce, al 20′, a scardinare un’altra volta la nostra difesa per la terza segnatura della partita, ad opera di Strapazzon. Trasformazione fuori e si riparte dal 15 a 0.

E’ dominio feltrino.

Dall’Inghilterra arrivano (via WhatsApp) le incitazioni di un Simone Monestier, distante a chilometri ma non col cuore, e sembra che il gialloblù finalmente riescano a imbastire un po’ di gioco. Solo al 29′, con la prima vera azione alla mano del secondo tempo, riusciamo ad avvicinarci alla meta, ma l’ultimo passaggio scivola in avanti a Omar Saviane e si riparte con una mischia dai 5 metri del Feltre.

Momenti di gioco concitato con placcaggi secchi dei granata che non vogliono far passare i gialloblu ma, finalmente, una bella azione porta Alberto De Polo a sfondare la difesa, segnando l’unica meta gialloblu, giusto in mezzo ai pali.

Calcia Sacchet, da posizione facilissima, ma mette la palla sul palo.

Subito dopo, allo scadere, il Belluno ottiene un altro calcio di punizione che sempre Sacchet calcia corto e la partita finisce sul 15 a 5.

Risultato finale: Rugby Feltre vs ASD Rugby Belluno 15 – 5