Storica vittoria del Rugby Feltre in casa del Belluno nel primo turno della poule

26 Gennaio 2015 at 19:24

Dal “Gazzettino” di Lunedì, 26 gennaio 2015

Storica vittoria del Rugby Feltre in casa del Belluno nel primo turno della poule promozione del campionato di serie C

L’ultimo successo granata nel capoluogo risale al campionato 1999/2000 e avvenne al Polisportivo. Una vittoria meritata per il rugby espresso e per il minor numero di errori commessi, e figlia delle uniche mete segnate nel corso del match – i punti dei gialloblu sono arrivati tutti al piede, grazie all’ottima prestazione di Tarantola.
Una vittoria mai in discussione, con il Feltre quasi sempre avanti nel punteggio e che a metà ripresa ha toccato anche il provvisorio +9.
Che non sarebbe stata una partita facile per il Belluno, partito con i favori del pronostico e per i risultati della prima fase – 9 vittorie e una sconfitta, proprio nel derby – e per la volontà gialloblu di conquistare la promozione in serie B sul campo, lo si è capito sin dall’inizio. I primi dieci minuti si giocano solo nella metà campo locale, anche se i granata non sanno sfruttare il possesso di palla e territorio.
La prima volta che il Belluno arriva nei 22 avversari conquista un calcio di punizione, che Tarantola infila per il provvisorio, e illusorio, vantaggio.
La replica feltrina è dirompente. Tre minuti dopo touche ai cinque e Bordin viene tenuto alto in area. Il XV ospite insiste: mischia in favore ai cinque metri, con l’ovale che esce dalla parte bellunese, ma viene subito recuperato dai granata, che vanno in meta con Bertelle al largo. Un drop di Tarantola e un piazzato dell’apertura gialloblu riportano i locali avanti all’intervallo.
Ma è una nuova illusione. Al 3′ della ripresa il Feltre ruba una touche d’introduzione bellunese ai cinque metri e va ancora in meta con Strappazzon. Un dubbio giallo a Calcagno lascia gli ospiti con l’uomo in meno, ma nei dieci minuti seguenti arrivano sì un piazzato di Tarantola, ma poi anche la terza segnatura granata: Ongaro ruba l’ennesima touche e se ne va da solo oltre la linea bianca, per la terza trasformazione di Zannin.
Il Belluno sa reagire solo al piede, e Tarantola colpisce altre due volte – nuovamente in superiorità numerica. Ma al 36′ sbaglia l’unico piazzato della partita, lasciando la vittoria al Feltre.